STRANE COOPERATIVE

"Consumatori", il mensile dei soci coop, nel numero di
marzo 2009 contiene - a pagina 8 - una tabella che riporta
le cifre della cooperazione in Italia.
Sul territorio nazionale vi sono 111.800 cooperative (così
suddivise: 14.617 agricole, 25.484 di costruzioni, 10.322
di trasporto, 14.383 di servizi ad imprese e persone), con
un numero complessivo di addetti che ammonta a 1.056.108 -
la media di 19,2 lavoratori per ogni impresa - mentre il
valore complessivo della produzione è di 113 miliardi di
Euro ed il 91,6 per cento degli utili resta alle
cooperative.
Sono dati di tutto rispetto, indubbiamente; quello che però
ci stupisce è che, nel medesimo prospetto, è inserita
un'altra voce: 54.958 cooperative contano almeno un
addetto... siccome la matematica non è una opinione, questo
significa che ben 56.842 non hanno alcun lavoratore!
La cooperativa è una unione di più persone che offrono un
bene o un servizio alla collettività, usufruendo di un
regime fiscale particolarmente vantaggioso che permette
loro di mantenere prezzi altamente concorrenziali: se
questa è la definizione di cooperativa, ci domandiamo come
possano esistere cooperative senza alcun lavoratore.
Il sospetto che ci viene, sicuramente soltanto perché noi
siamo notoriamente dei malfidenti, è che si tratti di
imprese fittizie, create soltanto per nascondere capitali
al fisco: permetteteci però di conservare questo dubbio
almeno fino a quando qualcuno non si periterà di spiegarci
questa stranezza.

Torino, 17 marzo 2009


Stefano Ghio - Torino