NOI NON CI ARRENDIAMO

Il TAC Torino-Lyon si far: questo dice l'accordo tra il
governo ed i sindaci della Val di Susa; questa la notizia
del 30 giugno, queste le conclusioni dell'Osservatorio
Virano, e non altra.
Il sindaco di Torino, il Kiampy, afferma che <abbiamo fatto
centro. Sinistra antagonista punita alle urne. I lavori del
TAC possono avere finalmente inizio (con la fase di
progettazione ancora in alto mare, n.d.r.)>.
Questo servo dei poteri forti, come del resto lo l'intero
partito sedicente democratico, dimentica una 'piccola'
cosa: quella che lui definisce 'punita' solo la falsa
sinistra forzatamente extraparlamentare, la vera sinistra
non la possono certo cancellare con una elezione
truffaldina!
Il primo cittadino di Torino, poi, dimentica che anche il
partito sedicente democratico non che abbia ancora
ottenuto risultati esaltanti, in termini di consensi
elettorali: fossimo in loro ci nasconderemmo per la
vergogna!
Eppure questo signore si permette di pontificare: non
crediamo che abbia alcun argomento valido per provare a
convincere la gente; se ascoltasse il suo elettorato,
saprebbe che buona parte di esso convintamente NO TAV...
purtroppo lui no!
L'unico augurio che ci sentiamo di formulare all'indirizzo
del Kiampy quello di non riuscire mai a vedere il tunnel
di base finito.

NOI NON CI ARRENDIAMO!


Torino, 30 giugno 2008