FAR DI CONTO

Sono passate le elezioni regionali e ricominciano le provocazioni dei terroristi favorevoli al TAV Torino-Lyon.

"La busjarda" di mercoledý 31 marzo ospita una intervista a Mario Virano - il presidente dell'Osservatorio che porta il suo nome - nella quale lo schifoso personaggio asserisce che <ora sappiamo che l'80 per cento Ŕ favorevole alla TAV>.

Non sappiamo da dove lo ignobile politicante prenda questa cifra, ma chiunque sappia leggere correttamente i dati elettorali non pu˛ far altro che contestarla, visto che il 40 per cento dei piemontesi non ha votato - compresi chi ha lasciato la scheda bianca e chi la ha annullata - e chi ha espresso una propria preferenza spesso lo ha fatto con connotazioni chiaramente contrarie alla alta velocitÓ.

In ogni caso, anche se lo 80 per cento dei votanti fosse favorevole a questo enorme spreco di risorse, si tratterebbe pur sempre di una minoranza: lo 80 per cento del 60 per cento Ŕ il 48 per cento: se ne deduce che meno della metÓ degli abitanti del Piemonte sarebbe favorevole.

Virano impari a contare, e gli scribacchini reazionari della "busjarda" - Massimo Numa e Maurizio Tropeano in testa - cambino mestiere, quello di giornalista non fa per loro.

Torino, 31 marzo 2010

Stefano Ghio - Proletari Comunisti Torino