FACCIAMO COME IN FRANCIA

Storico risultato alle elezioni regionali francesi: il 52 per cento degli aventi diritto al voto non si recato alle urne.

Poco importa chi sar il vincitore ufficiale della contesa, quello che emerge chiaramente che il partito del non voto - sia quello astensionista, sia quello del boicottaggio attivo, quest'ultimo capeggiato dai compagni del Partito Comunista maoista-Francia - sia nettamente il primo schieramento, addirittura con la maggioranza assoluta.

Non possiamo, naturalmente, addentrarci nella analisi sociologica del fenomeno astensionista transalpino, analizzando la composizione di chi non si recato alle urne, ma appare del tutto evidente che - nel Paese della prima rivoluzione moderna - la lotta sia tornata ad avere il sopravvento sul voto; questo nel momento in cui al governo c' la peggiore destra di sempre: quella che fa capo allo immigrato xenofobo ungherese Nicolas Sarkozy.

Come non vedere in ci un parallelismo con la situazione italiana, e le casualmente coincidenti elezioni regionali nostrane?

Facciamo appello ai lavoratori, ed ai proletari italiani in generale, a seguire l'esempio dei compagni francesi, in modo da delegittimare ancora di pi la casta politica che ci governa.

IL 28 ED IL 29 MARZO BOICOTTA LE ELEZIONI BORGHESI!

LA LOTTA E NON IL VOTO!

Torino, 15 marzo 2010

Stefano Ghio - Proletari Comunisti Torino