Associazione Solidarietà Proletaria (ASP)

 Comunicato urgente 27-01-09

 Appello alla solidarietà.

 Denunciamo la vile e grave aggressione avvenuta quest’oggi a Massa contro i nostri compagni dell’ASP e dei CARC.

 Il compagno del Comitato Nazionale dell’ASP Marco Lenzoni e il Compagno Raffaello segretario della sezione di Viareggio del P. dei CARC, sono stati vigliaccamente assaliti e feriti da individui della DIGOS. Il fatto è avvenuto al termine di un intervento tenuto dai due compagni durante lo svolgimento del Consiglio straordinario della Regione Toscana, che si è svolto presso il Palazzo Ducale di Massa per commemorare il genocidio degli ebrei.

 Mentre avanti al Palazzo Ducale si svolgeva un sit-in di vari gruppi di compagni della zona, il “Presidio per Gaza”, l’ASP, il P. dei CARC e un gruppo di Kurdi residenti a Ponsacco, in tutto una trentina di persone, Marco e Raffaello intervenivano durante il Consiglio regionale per dire basta alle ipocrisie delle istituzioni e dei partiti borghesi, che nel ricordare i campi sterminio nazisti e fascisti, oscurano con i loro mezzi di informazione il genocidio del popolo palestinese e Kurdo, che avviene quotidianamente sotto gli occhi del mondo intero da parte dei regimi reazionari israeliano e turco.

 Terminati gli interventi, quando i compagni si apprestavano ad uscire dalla sala del Consiglio regionale, gli sbirri della DIGOS, approfittando che i compagni erano in quel momento soli, li hanno presi con la forza, trascinati e spinti giù dalle scale. Marco e Raffaello che sono naturalmente caduti, si sono feriti al piede e ad un braccio. In ospedale sono stati medicati per contusione e frattura ossea.

 Chiediamo a tutti di esprimere solidarietà ai compagni Marco e Raffaello aggrediti e feriti dalla polizia politica al soldo della banda Berlusconi-Bossi-Fini, per avere fatto una giusta irruzione politica nel teatrino della politica borghese e smascherare il Consiglio straordinario regionale toscano.

Chiediamo solidarietà per tutti i compagni che hanno manifestato presso il Consiglio straordinario della Regione Toscana, per sottolineare l’ipocrita manifestazione delle istituzioni borghesi che nulla fanno veramente a difesa dei diritti umani e in particolare per impedire concretamente il massacro del popolo palestinese e Kurdo. Un massacro questo che dura da oltre 60 anni da parte di quei regimi come lo stato sionista di Israele e il regime teocratico turco, con i quali il governo Berlusconi e alcune amministrazioni regionali in Italia, spudoratamente e senza nascondersi affatto fanno affari e accordi politico militari.

 Facciamo appello alle forze che si definiscono veramente democratiche e di sinistra e che sono inserite nelle istituzioni e nelle amministrazioni locali e nazionali, di mostrare effettivamente la loro contrarietà al metodo della persecuzione politica e del manganello. Proprio qualche giorno prima a Massa, un gruppo di immigrati che rivendicavano il diritto dell’asilo politico, sono stati brutalmente aggrediti  e bastonati a sangue dai celerini diretti da Manganelli e Maroni. Sempre più questo governo infame usa la violenza contro chiunque gli si oppone per i suoi misfatti a danno della masse popolari e di tutti i lavoratori italiani e stranieri.

 Solidarietà a Marco e a Raffaello!

Lottiamo uniti contro questo governo infame amico dei regimi più reazionari e fascisti!